Statuten Colonia Italiana Zug

Costituzione, scopi e adesione.

Art. 1

Sotto la denominazione Colonia Italiana si è costituita in Zugo un`associazione a norma e nel rispetto delle leggi locali.

Art.2

La Colonia Italiana di Zugo ha lo scopo di: a) promuovere e incoraggiare tutte quelle manifestazioni che contribuiscono a rafforzare l` amicizia tra gli emigrati e il popolo svizzero. b) collaborare in tutte le occasioni con le autorità consolari e le autorità svizzere al fine di assistere i soci in ogni necessita.

Art. 3

La Colonia Italiana è un` associazione che non persegue scopi politici, religiosi e di lucro ed è aperta a persone di ogni nazionalità.

Art. 4

Fanno parte della Colonia Italiana tutti coloro che versano una quota annua, secondo decisione dell’assemblea e che accettino lo statuto. a) Il tesseramento può essere effettuato nel corso dell`anno ma al più tardi entro il 31 ottobre.

Art.5

I soci che non rispettano il termine fissato per il versamento Della quota sociale o che abbiano un comportamento mora- le e civile in contrasto con lo spirito dello statuto, possono essere proposti dal consiglio direttivo per una loro sospensione o espulsione, secondo la gravità della caso. Il consiglio direttivo sottoporrà il provvedimento all` assemblea dei soci per la sua definitiva ratifica.

Norme organizzative

Art.6

Sono organi della Colonia Italiana: a) l` assemblea generale b) consiglio direttivo c) i revisori dei conti.

Art.7

L` assemblea ordinaria dei soci è il massimo organo dell`associazione. Acquisiscono il diritto di partecipazione e vo- to ogni singolo socio che abbia versato la quota sociale stabilita.

Art. 8

L` assemblea generale ha i seguenti compiti: a) di stabilire e deliberare l` attività dell` associazione la sua gestione, redigere i preventivi e i consumi. b) di applicare e modificare lo statuto. Eventuali modifiche sono applicabili se approvate da almeno i 2/3 dei soci per- senti aventi diritto al voto. c) di eleggere il consiglio direttivo e in seconda votazione, il presidente e i revisori di conti. d) di deliberare definitivamente sulla sospensione e espulsione di un socio.

Art.9

a) L` assemblea generale viene convocata almeno una volta all’anno. b) L` assemblea generale è valida in prima convocazione con la presenza della metà più uno dei soci aventi diritto al voto. In seconda convocazione, trascorsi 15 minuti, con qualunque numero di soci presenti.

Art.10

L` assemblea generale straordinaria deve essere convocata: a) quando il consiglio direttivo con propria delibera, lo ritiene necessario. b) Per decadenza del consiglio direttivo. c) quando vi è richiesta scritta e motivata di almeno un terzo dei soci aventi diritto di voto.

L` assemblea generale straordinaria è valida in prima con- vocazione con la presenza della metà più uno dei soci aventi diritto al voto. In seconda convocazione, trascorsi 15 minuti, con qualunque numero di soci presenti.

Art.11

L` assemblea generale o straordinaria deve essere convocata mediante avviso scritto da inviare ai soci almeno 15 giorni prima della riunione.

Il consiglio direttivo

Art.12

a) Il consiglio direttivo e composto da un minimo di 7 a un massimo di 11 membri, compreso il presidente e rimane in carica per 2 anni ed i suoi membri sono rieleggibili. b) Emana secondo le decisioni scaturite dall` assemblea generale le direttive per lo svolgimento dell` attività sociale, redige il bilancio preventivo e approva il bilancio consultivo da sottoporre all` assemblea generale. c) Nomina il gestore e collaboratori per il proprio ristorante, stipulando e sottoscrivendo i relativi contratti. d) Nomina il segretario, il cassiere ed altri responsabili necessari all` attività della Colonia Italiana. e) il consiglio direttivo può deliberare con la presenza della metà più uno dei suoi membri. f) Qualora il Presidente sia dimissionario o cessi anzitempo, i vicepresidente ne assume le sue veci sino alla successiva assemblea generale, secondo statuto.

Art.13

I consiglio direttivo può disporre fino ad un massimo del 50% della liquidità sociale, senza doverlo sottoporre al consenso assembleare.

Art.14

Come da delibera dell` assemblea generale dei soci, il con- Sigillo direttivo può deliberare per il rimborso spese ai suoi membri.

Art.15

Il presidente ha la delibera di poter disporre di una somma di Fr. 500 per necessità d` intervento tra una riunione e l` al- tra del consiglio direttivo.

Art.16

Un membro del consiglio direttivo per 3 volte assente ingiù- setificato nelle riunioni del consiglio, decade automaticamente dal suo incarico.

Art.17

Il consiglio direttivo viene convocato dal presidente: a) quando lo reputa necessario; b) quando è richiesto da almeno 3 membri del consiglio.

Art.18

Ogni membro del consiglio direttivo ha il dovere di svolgere I compiti assegnati dal presidente, dietro delibera del con- Sigillo direttivo.

Art.19

Il presidente, il segretario e il cassiere potranno partecipare come consulenti per 4 sedute, alle riunioni del nuovo con- sigillo direttivo.

Revisione dei conti

Art.20

I revisori dei conti, nel numero di 3, vengono eletti dall` assemblea generale e rimangono in carica per 2 anni. Ritenendolo necessario, può essere designato un` ufficio fiducia- rio. Il suo compito è di controllare i bilancio nella sua accetta- zione all` assemblea generale.

Art.21

Eventuali controversie o divergenze non risolvibili attraverso il presente statuto, fanno capo al Codice Civile Svizzero.

Art.22

In caso di scioglimento dell` associazione, saranno applica- te le leggi vigenti norme di legge locali.

Statuto approvato dall` assemblea generale in Zug il 13 aprile 1987 e sostituisce lo statuto precedente.